Qual è il modo migliore per lavare le tende in lino?

Il lino, una pianta dalle mille virtù, una fibra naturale antica che coniuga bellezza e sostenibilità.

Questo tessuto, che affonda le sue origini in tempi antichi, è noto per le sue proprietà antisettiche, antiallergiche, termoregolanti e igroscopiche; il lino, inoltre, si caratterizza per essere un materiale 100% biodegradabile e riciclabile, ecologico, forte e durevole.

Anche Arredocasa ha scelto questa fibra per realizzare diverse tende della sua linea e, inoltre, grazie all’esperienza dell’azienda nel trattare i tessuti, offre un servizio di lavaggio interno con lavatrici specializzate nella pulizia di tessuti pregiate del noto marchio Miele, azienda tedesca leader nella produzione di elettrodomestici di alta qualità.

Questa è la procedura che seguiamo all’interno della nostra azienda.

Pieghiamo la tenda e la mettiamo in ammollo in abbondante acqua dolce, in modo tale da distendere la trama del tessuto e far sì che la polvere e lo sporco ne fuoriescano. A seconda della grammatura e della pesantezza del materiale, sarà necessario fare più o meno ammolli. Una volta terminata questa prima fase, carichiamo le tende in lavatrice e selezioniamo un programma con un ciclo di lavaggio molto delicato e con una centrifuga leggerissima che tolga l’acqua in eccesso. Molto spesso, infatti, è l’uso di una centrifuga troppo forte a rovinare la trama del tessuto.

Anche il detergente utilizzato gioca un ruolo fondamentale nella pulizia dei materiali. Le tessiture sconsigliano vivamente i prodotti che vengono pubblicizzati e che si trovano nei negozi perché contengono acidi, amidi ed agenti che sfibrano la trama, soprattutto se si tratta di fibre di origine naturale, e rovinano il finissaggio, ovvero il trattamento finale che viene fatto al tessuto appena uscito dal telaio.

Visto che parliamo di lavaggio, approfittiamo dell’occasione per sfatare un mito: le nonne consigliavano di lavare le tende con il sale, ma, in realtà si tratta di una procedura che va assolutamente evitata.

Veniva fatto tanto tempo fa sui tessuti di una volta ma, ad oggi, se venisse fatto su una tenda di lino rischieremmo di spezzettarla in mille frammenti. Di solito facciamo sempre il paragone con la barca azzurra in mezzo al mare. Se notiamo, la parte che rimane sott’acqua è più scolorata di quella che si trova in superficie. Per quale motivo accade? Perché il mare contiene il sale, ed il sale rovina e scolora. La stessa regola vale per i tessuti.

Ritornando alla nostra procedura di lavaggio, l’ultimo passaggio molto importante è l’asciugatura e la stiratura: una tenda in lino non deve essere asciutta e secca prima di essere stirata, ma deve avere il giusto grado di umidità.

Come ultimo step, in laboratorio stendiamo le tende sul nostro banco aspirante e procediamo allo stiro, che avviene tramite vaporizzazione e contemporaneamente aspirazione dell’umidità.

In questo modo la tenda appare stirata ma non ‘’tirata’’. La tenda di lino con trama machè / stone washed deve avere, alla vista, un effetto morbido ma leggermente ‘’frappato’’. Il cliente non riesce ad ottenere tale risultato sull’asse da stiro di casa ma deve rivolgersi a negozi specializzati.

Per ogni dubbio e richiesta, la nostra azienda è pronta a rispondere alle tue domande e ad aiutarti a lavare le tende nel modo migliore, per ottenere una pulizia ottimale e far durare più a lungo i tuoi tessuti.